Percorsi di conoscenza per la salvaguardia della città storica
a cura di
giovanni minutoli
Questo volume raccoglie l’attività di ricerca sviluppata negli ultimi dieci anni all’interno di gruppi di studio che hanno valutato interdisciplinariamente le problematicità e le singolarità dei centri storici in diverse zone dell’Italia e del bacino del Mediterraneo. Si trovano analizzati i molteplici aspetti che contraddistinguono i diversi centri partendo dall’analisi delle superfici e della geometria delle forme per poi arrivare a valutare le tecniche costruttive e le problematiche strutturali dei singoli edifici e degli aggregati in cui si trovano, nella consapevolezza che edifici e aggregati sono organi fondamentali dell’organismo centro storico e che dalla relazione dei singoli elementi nasce la capacità di un centro storico di comportarsi come un insieme omogeneo dotato di unitarietà dell’immagine ma anche e soprattutto di connessioni strutturali per la salvaguardia degli edifici e dei loro abitanti.
Giovanni Minutoli ha svolto gli studi universitari presso la Facoltà di Architettura di Firenze. Si laurea nel 2001 con una tesi in Restauro e Consolidamento con il prof. Silvio Van Riel. Si dottora in Materiali e Strutture dell’architettura, curriculum Icar 19, con una tesi riguardante la vulnerabilità sismica dell’edilizia ‘minore’ realizzata dopo il sisma del 1908. È docente di restauro presso il Dipartimento di Architettura dell’Università Fiorentina e presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Pavia. Partecipa e organizza convegni, nel settore del restauro, di ambito nazionale e internazionale. Al suo attivo ha numerose pubblicazioni in cui si affrontano le problematiche riguardanti il restauro e la salvaguardia della città storica.

Giovanni Minutoli graduated from the Faculty of Architecture of the University of Florence in 2001 with a thesis on Restoration and Consolidation with Professor Silvio Van Riel. He obtained his PhD in Architectural Materials and Structures (Icar 19) with a thesis regarding the seismic vulnerability of 'minor' buildings constructed after the earthquake of 1908. He teaches restoration at the Department of Architecture of the University of Florence and at the Faculty of Engineering of the University of Pavia. He organists and participates in conferences, both national and international, in the field of restoration. He has published numerous papers which address issues involving restoration and the safeguarding of historical cities.
Back to Top